Oltreconfine

Un mondo orientato al dominio, e che del dominio ha continua nostalgia, si nutre di fili spinati, barriere, muri, confini che tentano disperatamente di contenere, respingere quello che viene da fuori, quello che può invadere.
Oltre confine partendo dalle periferie contro quella perversa ossessione identitaria che chiude le frontiere e alimenta l’illusione della omogeneità  storica, culturale e sociale delle proprie comunità.
Assumendo la vulnerabilità come cifra essenziale dell’umano che ci obbliga a farci carico dell’altro anche quando è fuori del nostro orizzonte. Anche, e soprattutto, quando non ci è prossimo, quando non è occultato dalle nostre spesso egoistiche relazioni di prossimità.

 

 

 

 

Multimedia


Area download
Iscriviti alla news